Author

Prevenzione,

I buoni propositi del rientro: “cuoriamoci” di più!

Pronti, via, si riparte! Il rientro dalle vacanze può essere il momento giusto per riprendere con slancio lo studio, il lavoro e i mille impegni della vita di tutti i giorni. Ancora rigenerati dalla pausa estiva e sull’onda della sua energia positiva, perché non mettere a punto una lista di buoni propositi?

Ecco i nostri, pensati per fare bene al cuore.

Cuoriamoci di più, con alcune buone abitudini al lavoro. Il lavoro può essere fonte di piccole, grandi soddisfazioni, ma anche di stress. E, sotto pressione, sono tante le cattive abitudini in cui possiamo cadere, mettendo a rischio il nostro cuore. La “pausa sigaretta”, per esempio, è purtroppo ancora per molti una valvola di sfogo, ma – come noto – il fumo fa male ed è indubbiamente tra i nemici numero uno della salute cardiovascolare. E, allora, proviamo con coraggio e grande forza di volontà a smettere una volta per tutte. Oppure, cominciando con un piccolo passo verso il raggiungimento di questo importante traguardo, cerchiamo di fumare ogni giorno un po’ meno. Quando il tempo è poco, un altro “passo falso” pericoloso per il benessere cardiovascolare è rappresentato da una pausa-pranzo frettolosa e poco sana: un panino con insaccati, magari accompagnato da una bibita gassata. O, peggio ancora, snack o cibo da fast food, consumati senza quasi interrompere il lavoro. Il buon proposito salva-cuore è di dedicare la giusta attenzione a questo pasto della giornata, privilegiando alimenti sani ed in particolare frutta, verdura, carni bianche, preferendo l’acqua ad alcool o bevande dolci, contenendo l’apporto di sale (attenzione, per esempio, ai piatti pronti serviti al bar, che possono contenerne in dosi significative oppure alla soia, usata spesso in abbondanza quando si mangia sushi). Se si fa un lavoro sedentario, la pausa pranzo deve anche essere l’occasione per fare due passi. Ma non deve essere la sola. Ricordiamoci di alzarci di tanto in tanto durante l’intera giornata, magari approfittandone quando si risponde ad una telefonata lavorativa al cellulare o ci si sposta da un piano ad un altro, optando per la scala anziché l’ascensore. Anche il tragitto casa-lavoro può diventare una buona occasione per prenderci cura del nostro cuore: percorriamolo – se non per intero, almeno per dei tratti – camminando o in bicicletta!

Cuoriamoci di più, con il movimento: ogni occasione è buona per praticarlo, a tutte le età. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 17 anni dovrebbero dedicare almeno 60 minuti al giorno alla pratica di esercizio fisico con ritmo da moderato a intenso¹. Non è necessario fare uno sport specifico. Il buon proposito, approfittando delle ultime, belle giornate di settembre, è quello di organizzare il più possibile attività all’aria aperta, come gite in bicicletta, passeggiate nei giardini o nei prati, insieme ai propri bimbi o nipoti. Vale per tutti anche il buon proposito di limitare il tempo trascorso davanti alla tv o allo schermo di un computer a un massimo di 2 ore al giorno, così da essere meno sedentari e più attivi. E, nel praticare movimento, ricordiamoci che le migliori forme di esercizio per il cuore sono quello aerobiche (la camminata a ritmo sostenuto, il jogging, il nuoto e il ciclismo sono attività ideali); gli esercizi di potenziamento muscolare (come camminare in salita) possono invece aiutare a bruciare più calorie e mantenere il peso-forma e infine le attività di allungamento muscolare e stretching come il Tai Chi o lo yoga aiutano a essere più tonici e flessibili².

Cuoriamoci di più, con un check-up completo. Voltando la pagina del calendario o aprendo diari e agende, ricordiamoci di fissare un appuntamento per una visita di controllo dal medico per verificare i valori della pressione del sangue, del colesterolo (in particolare LDL), di glucosio e trigliceridi, il peso e l’indice di massa corporea o la circonferenza vita. Tutti parametri che possono dirci molto della salute del nostro cuore.

Cuoriamoci di più, con la Giornata Mondiale per il Cuore. Ricorre anche quest’anno il 29 settembre e saranno tante le iniziative messe in campo per sensibilizzare e informare. Da oltre 17 anni questa campagna mondiale è promossa e coordinata in Italia dalla Fondazione Italiana per il Cuore e gli appuntamenti in programma sono consultabili nel sito della Fondazione: http://www.fondazionecuore.it/index.asp.

Cuoriamoci di più, con un “soffice” concorso che incoraggia una buona abitudine quotidiana per la salute del cuore. Gli alimenti ricchi di Omega3 EPA e DHA possono avere degli effetti benefici nel proteggere la salute del cuore e ridurre il rischio cardiovascolare. Sono contenuti nel pesce, che andrebbe consumato due o tre volte alla settimana. Ma questa sana abitudine può non essere sempre facile da mantenere. Consumare un alimento più semplice da assumere quotidianamente e a tutte le età come il latte, arricchito di questi preziosi nutrienti, può essere un buon modo per integrare una dieta amica del cuore. E per incoraggiare e premiare questo piccolo passo, arriva il concorso “Un cuore per il cuore”: dal 27 agosto al 19 novembre 2018 acquistando una bottiglia di Latte Parmalat Omega 3 Plus, cliccando su www.uncuoreperilcuore.it ed inserendo il codice che si trova sotto al tappo di Parmalat Omega 3 Plus possiamo scoprire subito se abbiamo vinto un Cuore di peluche by Trudi. Un motivo in più, per adottare un altro buon proposito.

Articolo redatto con il contributo di FIPC, Fondazione Italiana per il Cuore

¹ OMS, 2006 – https://www.icsmissaglia.gov.it/sites/default/files/articoli/2015/2015-2016-carta-dei-diritti-minori-movimento-sps-gdl-att-fisica-11-2015.pdf

² http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_65plus/stili_di_vita/2017/03/27/passeggiateyoga-e-tai-chi-per-salute-cuore-dopo-un-infarto_6d0d0ed6-b327-46b5-a0a0-c406647d5484.html

0
Prevenzione,

Vacanze col cuore e all’insegna della prevenzione

La prevenzione non va in vacanza, prendersi cura del proprio cuore è un’abitudine salutare e di grande importanza. Ma come si fa prevenzione?

Non sono richiesti sforzi o particolari attenzioni, bastano dei semplici e piccoli gesti da ripetere regolarmente per il benessere cardiovascolare.

Segui i consigli dei nostri esperti, per vacanze riposanti e al top della forma:

  • Porta con te porzioni di verdura e frutta: aumenta il consumo di verdura e frutta, come spuntino sia al mattino che al pomeriggio. Preferisci verdura e frutta di stagione, facilmente lavabile e trasportabile come carote, finocchi, sedano, cetrioli, pomodori, albicocche, pesche, mele, pere, uva.
  • Mangia pesce, meglio se cotto al cartoccio o al vapore: è un piatto estivo per eccellenza, leggero e ricco di omega 3, soprattutto quello azzurro.
  • Se sei al mare cammina dentro l’acqua: immergendo le gambe fino alla parte alta delle cosce, potrai stimolare la circolazione. Per praticare un’attività aerobica cammina a passo svelto per almeno 30 minuti ogni giorno.
  • Se sei in montagna o al lago: sfrutta ogni occasione per fare delle belle passeggiate, da solo o in compagnia, respirando a pieni polmoni e godendo del panorama e del contatto con la natura.
  • Evita di fumare: le vacanze sono un buon momento per dire stop alla dipendenza da nicotina.
  • Riposa sotto l’ombrellone o sotto un albero: rilassati dopo il bagno o una passeggiata, distendi i muscoli, allontana lo stress e respira profondamente a più riprese. Libera la mente dalle preoccupazioni.
  • Ascolta il tuo cuore: cerca di recepire i segnali del cuore nel caso in cui tu avverta delle palpitazioni, oppressione o costrizione al petto, difficoltà a respirare, svenimenti. Sono tutti campanelli d’allarme che vanno presi in considerazione per parlarne con il medico e, in casi gravi, recarsi immediatamente al pronto soccorso.
  • Screening cardiologico: approfitta del relax delle vacanze per pianificare e prenotare una visita di controllo e chiedere al medico di effettuare gli esami necessari.
  • Scegli lo sport che potrai iniziare a seguire al rientro: inizia a pensare all’attività sportiva che ti piacerebbe fare, e se non riesci a seguire una regolare attività fisica, cerca di ritagliare 30 minuti al giorno per fare cyclette, jogging o semplici esercizi da svolgere in casa (yoga, addominali, sollevamenti, stiramenti). Ricorda che gli esercizi di cardio-training sono utili per rafforzare il sistema cardiovascolare.
  • Organizza il tuo menu settimanale: per mangiare sano e variare l’alimentazione, prevedi ampio consumo di frutta e verdura, cereali integrali, pesce e poca carne, latte e alimenti ricchi di Omega 3. Fai una tabella o un foglio riassuntivo che userai come traccia per la dieta alimentare da seguire per qualche settimana, che potrai ripetere al tuo rientro. Predisporre con anticipo il menu dei pranzi e delle cene è un grande aiuto anche per la spesa domestica e per evitare sprechi e/o pasti dell’ultimo minuto.

Non dimenticare che la prevenzione cardiovascolare è alla base del benessere dell’intero organismo.

Articolo redatto con il contributo di FIPC, Fondazione Italiana per il Cuore

0
Cuore,

Prepararsi all’estate con un cuore in forma

Con l’arrivo dell’estate torna la voglia di mangiare sano e di fare più movimento, di scoprirsi e prendersi cura del proprio corpo. Non c’è momento migliore dell’anno per approfittare della bella stagione e mettere in atto accorgimenti utili a preservare la salute del nostro cuore.

Ecco dei piccoli gesti quotidiani che vi consigliamo di seguire:

  • Rallentare i ritmi: anche se la vostra attività lavorativa è intensa, cercate di ridurre le tensioni e di evitare di svolgere troppe mansioni in fretta. In previsione della chiusura estiva, dedicatevi all’archiviazione dei progetti terminati e, se ne avete la possibilità, cercate di programmare con anticipo le attività per la ripresa. Allentare la pressione dovuta a impegni professionali è sicuramente un toccasana per il benessere psico-fisico.
  • Ridurre lo stress: ritagliatevi qualche momento durante la giornata per rilassare mente e corpo, dedicandovi ad attività semplici e stimolanti come ad esempio meditare, leggere, scrivere, ascoltare musica. Sono buone abitudini che dovrebbero accompagnarci sempre, specie a fine giornata.
  • Indossare abiti leggeri: preferite materiali come cotone o lino e abiti che non stringano il corpo. Per le donne gli abiti lunghi estivi offrono il vantaggio di essere freschi e adatti sia di giorno che la sera.
  • Mangiare più sano: il caldo porta con sé la voglia di un menù più estivo, allora è il momento di variare le pietanze con ingredienti freschi e dare il via libera alle insalate, da condire con poco olio, limone e aromi. Per un’insalata ricca di omega 3, aggiungete salmone e una spolverata di noci.
  • Bere di più: oltre all’acqua naturale non gasata, calmate la vostra sete con tisane fredde, con aggiunta di succo di limone o di altri agrumi, non zuccherate e rigorosamente fatte in casa.
  • Preferire le verdure crude: approfittate della bella stagione per sgranocchiare carote, cetrioli, sedano, finocchi e teneteli sempre a portata di mano come spuntino. Consumare verdure crude consente di preservare e assimilare tutte le proprietà nutritive degli alimenti, che andrebbero in parte persi con la cottura.
  • Preparare zuppe fredde: potete preparare una crema di zucchine da servire fredda o il tradizionale gazpacho spagnolo, un’idea creativa per alleggerire la cena con gusto.
  • Fare ghiaccioli o frullati in casa: specie per i bambini che non mangiano volentieri la frutta, ma anche per gli adulti che vogliono un dolce sfizioso e fresco, potete fare dei ghiaccioli in casa frullando dello yogurt bianco con frutta fresca. Se invece preferite la consistenza più leggera di un frullato, mettete del latte con pezzi di frutta e consumatelo subito.
  • Andare in piscina: non solo per rinfrescarsi ma anche per fare movimento senza particolari sforzi e per evitare il fastidio della traspirazione. Il nuoto è particolarmente indicato essendo un’attività aerobica che fa bene al cuore, indicata tra l’altro per chi soffre di patologie articolari. La sensazione di leggerezza dopo una nuotata è impagabile!
  • Fare camminate all’ombra: idealmente la mattina presto è il momento più indicato perché la temperatura è più bassa e l’aria più pulita. Camminare ogni giorno almeno 30 minuti all’aperto, a passo svelto, sotto l’ombra degli alberi è un modo di praticare sport in maniera rilassante e che, oltretutto, rafforza il sistema cardiovascolare.
  • Proteggersi dal sole: indossate sempre un cappello leggero, in tela o cotone, occhiali da sole e proteggete la pelle dal sole usando una crema solare (con fattore protettivo alto per le pelli chiare e sensibili).
  • Evitare le ore più calde: per uscire e per svolgere attività faticose, evitate di camminare sotto il sole e cercate di stare all’ombra o in spazi chiusi ma ventilati. Il caldo e l’afa provocano un senso di pesantezza e possono affaticare il cuore.

Continuate a seguire i nostri consigli, vi auguriamo un’estate all’insegna del benessere!

Articolo redatto con il contributo di FIPC, Fondazione Italiana per il Cuore

0
Sensibilizzazione,

La pancia che non fa bene al cuore

Con l’arrivo dell’estate si sente spesso parlare della tanto temuta “prova costume” e si ha la tendenza a guardarsi allo specchio con una maggiore attenzione, scoprendo magari inestetismi del nostro corpo che possono darci più o meno fastidio, come la pancia. Al di là del fatto estetico, un accumulo di grasso addominale intorno alla vita è un segnale da non sottovalutare per la salute, perché può rappresentare un rischio di malattie importanti come quelle cardiovascolari. L’aumento del tessuto adiposo viscerale, che si riflette nella “pancia”, è dunque un campanello d’allarme per il nostro benessere e va tenuto sotto controllo.

Quando bisogna preoccuparsi? Devono prestare attenzione soprattutto gli uomini di tutte le età e le donne in menopausa, essendo soggetti maggiormente esposti al rischio di sviluppare patologie cardiovascolari.

Ci sono diversi tipi di tessuto adiposo: quello sottocutaneo (più tipico della donna a livello dei glutei e delle cosce) che non sembra essere associato a gravi malattie cardiovascolari, al contrario di quello viscerale (che si accumula tra gli organi addominali), insieme a quello epicardico (localizzato attorno al cuore) e quello perivascolare (attorno alle arterie); questi ultimi tre possono favorire seri danni alla salute del cuore. Infatti, il tessuto adiposo è un organo attivo che produce sostanze pro-infiammatorie e adipochine che possono agire localmente sul cuore e sui vasi.

Un modo semplice per tenere sotto controllo la pancia è misurare la circonferenza della vita a livello dell’ombelico: dovrebbe essere inferiore a 88 centimetri nella donna e a 102 centimetri nell’uomo.

Come fare per ridurre la pancia e ridurre il rischio di problemi al cuore? Il primo passo è adottare uno stile di vita salutare: mangiare sano, muoversi di più e abbandonare vizi dannosi come il fumo.
Per quanto riguarda l’alimentazione, oltre alla scelta di prodotti freschi e cibi poco elaborati, è consigliato consumare cereali integrali, legumi, verdura e frutta di stagione, ma anche noci e frutta secca con guscio, pesce azzurro, semi di lino e alcuni olii vegetali, ricchi di composti utili per la salute, come gli acidi grassi Omega3. Inoltre, è molto importante ridurre il consumo di grassi saturi, di zuccheri semplici, di sale e di alcolici.

La distribuzione dei pasti deve seguire queste importanti regole: preferire una colazione ricca che apporti le energie necessarie ad affrontare la giornata (ad esempio con un buon bicchiere di latte, frutta fresca di stagione e cereali integrali), consumare un pranzo completo (carboidrati, proteine, verdure), fare spuntini leggeri a metà mattina e al pomeriggio con della frutta fresca e finire con una cena leggera.
Per stare in forma è bene aumentare l’attività fisica sia praticando attività sportive sia sfruttando ogni occasione per fare un po’ di movimento: camminare, andare in bicicletta, fare le scale, nuotare al mare o in piscina, ballare o fare esercizi in casa.
Quanta attività fisica è consigliata? Almeno 30 minuti al giorno per un totale di 150 minuti a settimana.

Abituatevi a compiere ogni giorno piccoli gesti per la salute del cuore, che col tempo vi risulteranno automatici e vi aiuteranno a sentirvi meglio e ad affrontare l’estate con maggiore energia e positività.

0
Cuore,

Dieci semplici consigli per la salute del tuo cuore: come l’alimentazione ci può aiutare.

Il nostro corpo è lo specchio di quello che mangiamo e la salute del cuore si guadagna anche a tavola.

Per questo, scegliere un’alimentazione varia ed equilibrata, è il primo passo verso una nutrizione corretta, per mantenere il peso ottimale, e soprattutto controllare l’adiposità addominale (“la pancia”). Ma si può fare anche di più. Abbinando una regolare attività fisica non solo ridurremo la circonferenza addominale e il peso corporeo quando necessario, ma anche il colesterolo “cattivo”, i trigliceridi e la pressione arteriosa.

Per non alterare le proprietà degli alimenti e garantire leggerezza e salute in cucina, bastano semplici accorgimenti che, se ripetuti ogni giorno, possono determinare effetti positivi sul nostro corpo e, soprattutto, sul benessere del nostro cuore.

Ecco alcuni consigli suggeriti dai nostri esperti:

  1. Tipi di cottura: scegli una cottura al vapore (possibile anche al microonde), al cartoccio, in acqua, al forno o alla piastra senza aggiunta di grassi e con poco sale. Puoi condire gli alimenti con un goccio di olio, meglio se extravergine d’oliva, limone ed erbe aromatiche. Limita il più possibile le fritture e i cibi troppo unti che sono poco digeribili e, a lungo andare, dannosi per l’organismo.
  2. Condimenti: cerca di cuocere e condire i cibi con erbe o spezie (prezzemolo, basilico, erba cipollina solo per citarne alcuni) e agrumi, come limone, arancia e lime. Cerca di ridurre al minimo l’uso del burro a favore di un filo di olio extravergine d’oliva, sia per cuocere che per condire prima di servire in tavola.
  3. Erbe e spezie: fai uso di erbe e spezie, in sostituzione del sale. Rappresentano un ottimo alleato della salute e danno sapore senza appesantire. Per ogni cibo prepara un mix speciale di spezie da utilizzare, ad esempio, per la cottura di un filetto di pesce al cartoccio.
  4. Verdure crude in pinzimonio: una buona idea per un aperitivo, per spezzare la fame, e per un contorno diverso dal solito. Prepara le verdure crude tagliate a bastoncino, come carote, sedano, finocchio e ravanelli, da intingere in un pinzimonio fatto di olio extra vergine d’oliva crudo, limone, pepe (o meglio ancora un pizzico di zenzero in polvere), aceto di mele, menta. Ci sono anche varianti con lo yogurt che rendono cremosa la salsa, da usare anche per condire le insalate.
  5. Legumi: aumenta il consumo di legumi (ad esempio fagioli, piselli, ceci, fave e lenticchie ecc.) in sostituzione di porzioni di carne, soprattutto se rossa o conservata: è importante in una dieta varia ed equilibrata. Rappresentano una fonte preziosa di proteine e sono ricchi di fibra alimentare, soprattutto “fibra solubile”, che svolge una preziosa azione di controllo dell’assorbimento intestinale dei grassi.
  6. Preferire pane integrale, magari arricchito di frutta secca in guscio e semi oleosi: non solo per mantenere la salute del cuore, ma anche per un gusto più saporito
  7. Bevande: preferisci sempre l’acqua, da bere in abbondanza durante la giornata, e limita il consumo di bevande gassate, ricche di zucchero. L’alcol, in tutte le sue forme (vino, liquori, birra), è da consumare limitatamente, in piccole dosi e preferibilmente ai pasti.
  8. Colazione varia: inizia la giornata con una colazione completa, a base di cereali integrali, frutta fresca di stagione e latte o yogurt magri. Prendi l’abitudine di svegliarti dieci minuti prima e di sederti a tavola per il pasto più importante che dà la carica alla giornata.
  9. Spuntini a base di frutta fresca di stagione o secca: da tenere sempre in tasca per lo snack a metà mattina o del pomeriggio. Facili da portare con sé sono i frutti di stagione e i mix di frutta secca come mandorle, noci e nocciole, fonte preziosa di Omega 3.
  10. Cibi che contengono Omega 3: per la salute del cuore e per il nostro benessere psicofisico in generale, non dovrebbero mai mancare in tavola cibi ricchi di Omega 3 come pesce azzurro, ma anche salmone e merluzzo, frutta secca e semi oleosi (noci, mandorle, semi di lino ecc.).
  11. Spuntini a base di frutta fresca di stagione o secca: da tenere sempre in tasca per lo snack a metà mattina o del pomeriggio. Facili da portare con sé sono i frutti di stagione e i mix di frutta secca come mandorle, noci e nocciole, fonte preziosa di Omega 3.

Importante: Smetti di fumare! Ricorda che per la salute del cuore è importante non fumare.
I danni che il fumo provoca all’organismo sono noti. E ricorda che anche il fumo passivo provoca danni a chi, pur non fumando, si trova a respirarlo. Smettendo di fumare, oltre alla salute ne guadagna anche il gusto, perché si apprezzano di nuovo sapori dimenticati.

Per approfondimento segnaliamo le Linee Guida per un Sana Alimentazione Italiana pubblicate dal CREA, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione: linee guida

0
Cuore,

Otto piccoli gesti quotidiani per la salute del tuo cuore: come ci può aiutare l’attività fisica

Sei tra quelli che non praticano una regolare attività fisica ma che vorrebbero sentirsi meglio e ritrovare la forma, la salute e il tempo per fare almeno un po’ di movimento?
Praticare sport o anche solo fare più movimento rappresentano un grande aiuto per la salute del cuore, organo importantissimo per il corretto funzionamento dell’intero organismo. Ci sono piccoli accorgimenti e abitudini che possiamo introdurre ogni giorno per praticare un’attività fisica in ogni frangente della giornata. Ecco qualche consiglio dei nostri esperti:

  1. Stretching al risveglio: dopo il suono della sveglia, alzati lentamente e, prima da posizione seduta e poi in piedi, stira i muscoli di schiena, gambe, braccia e collo per riattivare l’organismo dopo il sonno.
  2. Camminare: se non puoi recarti al lavoro a piedi o in bicicletta, cerca di camminare a passo svelto almeno per 30 minuti al giorno, puoi ad esempio scendere alla fermata dei mezzi precedente al tuo luogo di arrivo e continuare a piedi. Fai la stessa cosa al ritorno.
  3. Fare le scale: cerca di evitare l’ascensore e abituati a prendere le scale. Dopo qualche giorno sarai perfettamente in grado di salire anche ai piani più alti senza particolare fatica.
  4. Alzarsi dalla scrivania: ricordati di alzarti dalla sedia ogni 15 minuti, per riattivare la circolazione e consumare qualche caloria.
  5. Fare piccoli esercizi da seduti: mentre sei davanti al computer o alla TV, contrai ogni tanto i muscoli di gambe e glutei, raddrizza la schiena e contrai gli addominali. Oltre ad adottare una corretta postura, aiuterai i muscoli a rafforzarsi.
  6. Indossare abiti adatti e scarpe comode per rendere più agili i movimenti.
  7. Praticare sport: se non riesci a seguire una regolare attività fisica, cerca di ritagliare 30 minuti al giorno per fare cyclette, jogging o semplici esercizi da svolgere in casa (yoga, addominali, sollevamenti, stiramenti).
  8. Controllare la respirazione: a fine giornata, da seduti e con postura corretta, eseguire esercizi di respirazione contraendo i muscoli addominali e dorsali, da ripetere 3-4 volte prima di coricarsi.

Da notare: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) suggerisce che il camminare è il modo più semplice per tenersi in forma a tutte le età. L’OMS consiglia di fare 10 mila passi al giorno: più o meno un’oretta al giorno.
Per far star bene il tuo cuore oltre all’attività fisica è utile anche seguire una corretta nutrizione. Ne parleremo a breve.

0
Prevenzione,

Gli omega 3

Preziosi alleati per la salute del cervello

L’azione svolta dagli Omega-3 sul sistema nervoso centrale è molto importante, e contribuisce al mantenimento delle capacità cognitive durante la terza età: il cervello umano, infatti, ha un elevato contenuto di Omega-3 a lunga catena (specie di DHA) e perché funzioni al meglio delle sue possibilità è fondamentale mantenere un adeguato apporto di questi acidi grassi con l’alimentazione.

0
Sensibilizzazione,

Tutti insieme per il cuore

Il 29 Settembre si celebra la Giornata Mondiale per il Cuore – GMC, una campagna mondiale promossa dalla World Heart Federation, che si svolge dal 2000 con lo scopo di aumentare la consapevolezza riguardo alla prevenzione delle patologie cardio-cerebro-vascolari, sottolineando il ben noto concetto che un corretto stile di vita con i suoi piccoli gesti quotidiani, il movimento e l’alimentazione rappresentano mezzi fondamentali per mantenere la salute e, soprattutto, per contribuire a prevenire le malattie.

0

Progetto promosso da

In collaborazione con

SUPPORTO NON CONDIZIONATO DI