Cuore,

Prepararsi all’estate con un cuore in forma

Con l’arrivo dell’estate torna la voglia di mangiare sano e di fare più movimento, di scoprirsi e prendersi cura del proprio corpo. Non c’è momento migliore dell’anno per approfittare della bella stagione e mettere in atto accorgimenti utili a preservare la salute del nostro cuore.

Ecco dei piccoli gesti quotidiani che vi consigliamo di seguire:

  • Rallentare i ritmi: anche se la vostra attività lavorativa è intensa, cercate di ridurre le tensioni e di evitare di svolgere troppe mansioni in fretta. In previsione della chiusura estiva, dedicatevi all’archiviazione dei progetti terminati e, se ne avete la possibilità, cercate di programmare con anticipo le attività per la ripresa. Allentare la pressione dovuta a impegni professionali è sicuramente un toccasana per il benessere psico-fisico.
  • Ridurre lo stress: ritagliatevi qualche momento durante la giornata per rilassare mente e corpo, dedicandovi ad attività semplici e stimolanti come ad esempio meditare, leggere, scrivere, ascoltare musica. Sono buone abitudini che dovrebbero accompagnarci sempre, specie a fine giornata.
  • Indossare abiti leggeri: preferite materiali come cotone o lino e abiti che non stringano il corpo. Per le donne gli abiti lunghi estivi offrono il vantaggio di essere freschi e adatti sia di giorno che la sera.
  • Mangiare più sano: il caldo porta con sé la voglia di un menù più estivo, allora è il momento di variare le pietanze con ingredienti freschi e dare il via libera alle insalate, da condire con poco olio, limone e aromi. Per un’insalata ricca di omega 3, aggiungete salmone e una spolverata di noci.
  • Bere di più: oltre all’acqua naturale non gasata, calmate la vostra sete con tisane fredde, con aggiunta di succo di limone o di altri agrumi, non zuccherate e rigorosamente fatte in casa.
  • Preferire le verdure crude: approfittate della bella stagione per sgranocchiare carote, cetrioli, sedano, finocchi e teneteli sempre a portata di mano come spuntino. Consumare verdure crude consente di preservare e assimilare tutte le proprietà nutritive degli alimenti, che andrebbero in parte persi con la cottura.
  • Preparare zuppe fredde: potete preparare una crema di zucchine da servire fredda o il tradizionale gazpacho spagnolo, un’idea creativa per alleggerire la cena con gusto.
  • Fare ghiaccioli o frullati in casa: specie per i bambini che non mangiano volentieri la frutta, ma anche per gli adulti che vogliono un dolce sfizioso e fresco, potete fare dei ghiaccioli in casa frullando dello yogurt bianco con frutta fresca. Se invece preferite la consistenza più leggera di un frullato, mettete del latte con pezzi di frutta e consumatelo subito.
  • Andare in piscina: non solo per rinfrescarsi ma anche per fare movimento senza particolari sforzi e per evitare il fastidio della traspirazione. Il nuoto è particolarmente indicato essendo un’attività aerobica che fa bene al cuore, indicata tra l’altro per chi soffre di patologie articolari. La sensazione di leggerezza dopo una nuotata è impagabile!
  • Fare camminate all’ombra: idealmente la mattina presto è il momento più indicato perché la temperatura è più bassa e l’aria più pulita. Camminare ogni giorno almeno 30 minuti all’aperto, a passo svelto, sotto l’ombra degli alberi è un modo di praticare sport in maniera rilassante e che, oltretutto, rafforza il sistema cardiovascolare.
  • Proteggersi dal sole: indossate sempre un cappello leggero, in tela o cotone, occhiali da sole e proteggete la pelle dal sole usando una crema solare (con fattore protettivo alto per le pelli chiare e sensibili).
  • Evitare le ore più calde: per uscire e per svolgere attività faticose, evitate di camminare sotto il sole e cercate di stare all’ombra o in spazi chiusi ma ventilati. Il caldo e l’afa provocano un senso di pesantezza e possono affaticare il cuore.

Continuate a seguire i nostri consigli, vi auguriamo un’estate all’insegna del benessere!

Articolo redatto con il contributo di FIPC, Fondazione Italiana per il Cuore

0

Progetto promosso da

In collaborazione con

SUPPORTO NON CONDIZIONATO DI